Mal di schiena, quando la causa è l'intestino

 


Il mal di schiena può avere origini e cause diverse. Conoscerle è importante per adottare il rimedio più corretto.

 

 

Mal di schiena e colon irritabile


A volte i dolori alla schiena possono essere dovuti all'infiammazione dell'intestino, e alla sindrome del colon irritabile. La regione intestinale e quella lombare, infatti, dal punto di vista anatomico sono molto vicine tra loro; l'intestino inoltre è in contatto con la colonna vertebrale, e con i muscoli che la sostengono. Particolarmente interessato è il muscolo ileo-psoas, che si trova in profondità in corrispondenza della parete posteriore dell'addome, ed è il più prossimo all'apparato intestinale. Per questo, una irritazione cronica dell'intestino può avere conseguenze negative sui muscoli dorsali, che possono irrigidirsi e diventare dolenti.

 

 

Mal di schiena e colon irritabile: i sintomi


Anche quando è il colon la causa del mal di schiena, non esistono esami precisi per stabilire se il dolore lombare è effettivamente derivato dall'intestino. Tuttavia, la presenza di alcuni sintomi e manifestazioni può indurre a sospettare una relazione causa-effetto. Si tratta in particolare di gonfiore e stipsi, dolore diffuso alla bassa schiena che non dipende da movimenti specifici, sensazione di dolore bruciante e diffusione del dolore alle gambe e al basso ventre.

 


Sindrome del colon irritabile

Quali sono le condizioni che predispongono all'infiammazione intestinale che si può riflettere sulla schiena? Oltre alle patologie infiammatorie croniche intestinali, alcune patologie benigne possono ripercuotersi sul mal di schiena. Nel caso della sindrome del colon irritabile, o colite, i sintomi più frequenti riguardano crampi addominali, gonfiore, stipsi, alternanza tra periodi di stitichezza e altri di diarrea, difficoltà a digerire alcuni alimenti. La colite è una patologia benigna ma molto fastidiosa, e che può comportare un notevole peggioramento della qualità della vita. Le ragioni del disturbo sono spesso difficili da identificare; è noto però che gli stati ansiosi e le condizioni di stress possono, in individui predisposti, dare origine alla colite. Il ruolo dell'alimentazione non è invece del tutto chiaro, anche se spesso i pazienti riferiscono di avvertire un aggravamento dei sintomi in seguito all'assunzione di particolari cibi.

 


Diverticolite

Altra condizione a carico dell'intestino che può causare anche la comparsa di mal di schiena è la diverticolite, ossia l'infiammazione di uno o più diverticoli, piccole estroflessioni che si formano lungo il colon simili a "palloncini". Questo tipo di disturbo comporta la comparsa di dolori addominali, irregolarità intestinale e a volte febbre.

Quando il sospetto è che il mal di schiena sia dovuto a una cattiva condizione dell'intestino, occorrerà indagare le possibili cause sottostanti, e intervenire, sempre sotto controllo medico, con modifiche della dieta o l'assunzione di farmaci. In generale un tipo di alimentazione che preservi l'equilibrio della flora batterica intestinale e non innalzi lo stato di infiammazione è sempre consigliabile.